4 itinerari guidati per visitare il Parco PDF Stampa E-mail

I percorsi didattici sono tematici e si svolgono nel corso di una giornata, essi prevedono delle facili escursioni, per cui si raccomanda un abbigliamento adatto: Scarponcini, Cappello, Giacca antivento, Borraccia, pranzo al sacco, Binocolo
Macchinetta fotografica.

Per informazioni e prenotazioni: Coop. Ciefizom arl, Tel. e Fax 085/823133


http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:2JGXMm5TWv96DM:http://www.ladestra.info/public/wordpress/wp-content/uploads/2008/04/acqua1.jpg&t=1Itinerario 1 - L'Acqua

Il percorso prevede la visita alle sorgenti di captazione del Mortaio d’Angri e della cascata del Vitello d’Oro.

Ore 9.30 Arrivo  a Farindola, Breve sosta al Centro Visite del Parco Nazionale

Visita ai cunicoli drenanti e  di captazione del Mortaio d’Angri, Visita alla vasca  di sedimentazione  dell’acquedotto,Visita alla galleria di captazione della Sorgente del  Vitello d’Oro

Itinerario 2 - Incontriamo il Camoscio d'Abruzzo

Lungo un sentiero che attraversa un bosco misto, si raggiunge l’Area Faunistica del Camoscio d’Abruzzo di Farindola. Gli studenti entreranno in contatto con una delle zone  più caratteristiche del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, la Valle D’Angri. In prossimità dell’uscita del bosco, con un po’ di buona fortuna i ragazzi potranno osservare questo bellissimo animale definito il Camoscio più bello del mondo.

Ore 9.30 Arrivo a Farindola, Breve sosta al Centro Visite del Parco Nazionale

Visita all’Area Faunistica del Camoscio (situata di fronte alla cascata del Vitello d’Oro), Visita al Museo del Camoscio d’Abruzzo con proiezione di audiovisivi

Itinerario 3 - Il Bosco

Inoltrarsi nel bosco per scoprire attraverso i sensi questo meraviglioso ecosistema, ascoltando il canto degli uccelli e cercando le tracce degli animali che in esso vivono.

Ore 9.30 Arrivo a Farindola, Breve sosta al Centro Visite del Parco Nazionale.

Passeggiata nel bosco, osservazione e descrizione delle specie floristiche presenti. Raccolta di campioni di piante. Come si realizza un erbario

http://www.naturamediterraneo.com/Public/data5/hyles/AnCaPlSpSt0001l.jpg_200610190518_AnCaPlSpSt0001l.jpgItinerario 4 - Il mondo misterioso degli anfibi. La grotta del Geotritone

Il Geotritone Italico (Speleomantes italicus) è un piccolo anfibio urodelo endemico dell’Appennino centrale e settentrionale presente negli ambienti ipogei, estremamente raro e localizzato. A Farindola, a poche centinaia di metri dall’Area Faunistica del Camoscio Appenninico, è presente la popolazione più numerosa del Geotritone Italico, quella delle cavità prossime alla Cascata del Vitello d’Oro.

Ore 9.30 arrivo a Farindola, Breve sosta al Centro Visite del Parco Nazionale
Escursione naturalistica nella Valle d’Angri e Visita alla Grotta del Geotritone

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies. Per trovare maggiori informazioni sui cookies che utilizziamo e per eliminarli quarter la nostra privacy policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information